“Il comportamento di un cane, che non sia stato correttamente educato durante la fase di socializzazione, con l’andare del tempo somiglia sempre più, e sorprendentemente, a quello che nella società umana porta all’emarginazione o addirittura alla criminalità”.


Così E. Trumler, uno dei padri dell’etologia, scrive in uno dei suoi capolavori sui cani. Pertanto è colpa dell’uomo, se questo rapporto viene turbato o se nel cane l’aggressività diventa un fattore predominante e di difficile gestione, portandolo, quale essere sociale, ad esiliarsi sempre di più.

Proprio con questo concetto dell’etologo, vorrei ribadire l’importanza della socializzazione sin da cucciolo, anzi, sin da prima della nascita!
Si perché una parte delle manipolazioni andrebbero fatte nel periodo pre-natale, come vi ho già raccontato qualche mese fa.
Privare il proprio cane di corretti contesti ambientali, di rapporti con la madre e di sane abitudini, porterà di certo a complicare la vostra coesistenza. 

Una delle motivazioni è proprio la privazione di confrontarsi con altri cani e umani o semplicemente farsi una bella sgambata in piena libertà.
Ecco che nei centri urbani nascono le aree cani.
Le aree cani o aree di sgambatura, sono solitamente dei giardini recintati in cui liberare il proprio amico a quattro zampe in sicurezza.
Ogni area dovrebbe essere provvista almeno di fontanella per l’acqua e cestini per depositare le deiezioni solide. Questi giardini dovrebbero essere utilizzati per la gioia e svago del vostro amico, invece molto spesso, diversi clienti, mi raccontano tutto il contrario o l’accadere di spiacevoli episodi.

Forse si dimentica che non è detto che tutti cani vanno o devono andare per forza d’accordo! Soprattutto quando manca la base esperienziale per farlo o semplicemente non c’è il set adeguato.
Ognuno ha il suo background, pertanto evitate di forzare certi processi di socializzazione senza aver un minimo di competenze! Per far ciò esistono professionisti dell’educazione del cane (e soprattutto del proprietario!) che possono darvi una mano.

Quindi rispettate il regolamento dell’area dedicata e limitatevi a far divertire il vostro cane con qualche altro soggetto con cui già sapete o presumete che vada d’accordo. Giocateci insieme se il momento lo consente, evitate cibo e giochi se ci sono “cani competitivi” e pensate che questi momenti ludici sono fondamentali per il vostro accreditamento e crescita di coppia!